___________________________________________________________________________________

Così commenta FABRIZIO GARBARINO – Presidente Piemontese dell’ARI – Associazione Rurale Italiana

Grazie Fabrizio!

A meno di due settimane dal voto abbiamo dato appuntamento ai nostri candidati davanti al Palazzo della Regione per ribadire i punti principali del programma di Piemonte Popolare. In primis la difesa della sanità pubblica, diffusa sul territorio e accessibile a tutti in tempi brevi, poi la promozione di un lavoro “buono”, soprattutto anche dal punto di vista del salario e della sicurezza, la difesa dell’ambiente. Abbiamo inoltre ribadito la nostra contrarietà al TAV Torino Lione, tema che alcune forze politiche stanno cercando di mettere in secondo piano ma che noi riteniamo centrale perché rappresenta un modello di sviluppo vecchio, insostenibile e dannoso per il territorio e l’economia.

Piemonte Popolare è l’alternativa ai partiti della guerra. Pur ritenendo la ricerca e l’innovazione tecnologica settori centrali per rilanciare la nostra economia, siamo è l’unica forza politica che chiede di tenere alta l’attenzione rispetto ad una possibile deriva bellicista, chiedendo ad esempio che gli investimenti dell’industria aerospaziale non vadano veicolati per lo sviluppo dell’aeronautica militare ma per quella civile.

Nei prossimi giorni saremo presenti sul territorio e raggiungeremo tutte le province del Piemonte per presentare le nostre proposte con particolare attenzione alla questione relativa all’inquinamento da PFAS, al Terzo Valico, alle condizioni delle carceri e alla sicurezza sul lavoro.

Francesca Frediani, Candidata Presidente della Regione per Piemonte Popolare

📌 PRESENTAZIONE DELLA LISTA PIEMONTE POPOLARE

Lunedì 27 maggio, dalle ore 11.00 di fronte al Grattacielo della Regione Piemonte a Torino, giornalisti e interessati sono invitati alla presentazione della Lista Piemonte Popolare a sostegno di Francesca Frediani Consigliere Regionale Presidente della Regione.

Durante la conferenza stampa interverranno i candidati e le candidate della Lista.

Alla lista Piemonte Popolare hanno aderito organizzazioni politiche (Potere al Popolo – Torino, Rifondapiemonte, ManifestA, Sinistra Anticapitalista), e una componente di indipendenti rappresentanti della società civile, con il sostegno delle studentesse e degli studenti protagonisti negli ultimi mesi delle mobilitazioni contro il genocidio del popolo palestinese.

Paolo FERRERO
Alessandra DE ROSSI
Vittorio GARIS
Giorgio BONA – scrittore
Anita STERNA

________________________________________________________________________________

__________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________

Le liste d’attesa sono il sintomo di un malessere profondo che richiede interventi strutturali e una radicale riorganizzazione del sistema, relativamente ai servizi territoriali, prendendo in carico i malati cronici e ottimizzando l’utilizzo delle prestazioni sanitarie il cui bisogno. Va riformata infine la medicina di famiglia, pilastro portante del sistema. Bisogna reinternalizzare il servizio CUP e rivedere il sistema di apertura e condivisione delle agende da parte delle ASL.

Lunedì 20 maggio incontro con i candidati presidenti del Piemonte nella sede dell’Unione Industriale. Piemonte Popolare presente all’esterno con un presidio per protestare per la mancanza il lavoro, perchè quello che c’è è sfruttamento, perchè l’economia che sta avanzando è un’economia di guerra.